Il noto luogo comune: “Se vuoi, puoi”

Chi di voi non ha mai pensato/detto: “Non ce la faccio“.

Questa espressione banale, ha il potere di impedire alle persone di realizzare i propri sogni.

In realtà, con l’impegno e la costanza, le cose che non si riescono a fare sono veramente poche.

Il “non ce la faccio” è il blocco mentale che usiamo per convincerci ad arrenderci.

Con questo oggi vorrei affrontare il noto luogo comune “Se vuoi, puoi“.

Ovviamente se ti chiamassi Francesco e volessi diventare prima ballerina della scala, non credo tu possa farcela. Se non altro perché ho detto ballerina e non ballerino!

Se però concretizzassimo al meglio le nostre scelte di vita, individuando ciò che siamo e ciò che ci riesce al meglio, sono certa che ognuno di noi è in grado di arrivare dove ritiene più opportuno.

Nel tentativo di fare questo è però fondamentale cercare di non inciampare nel tipico errore di voler accontentare gli altri ovvero genitori, familiari ed amici. Occupando una posizione in un contesto sociale che non ci appartiene, diventeremmo solamente quel che gli altri vorrebbero che noi fossimo.

Non ha l’ottimo artista alcun concetto
che la materia in sé non circonscriva
col suo superchio […]

– Michelangelo Buonarroti –

In altre parole, magari un po’ più semplici, ognuno di noi ha dentro di se un’opera d’arte.

Se non credi di essere unico e speciale non significa che tu non lo sia, semplicemente questa unicità non è mai stata stimolata a venir fuori. Siamo tutti destinati a creare un futuro inedito per il semplice fatto che si è diversi da qualsiasi altra persona sulla faccia della terra.

La differenza che tu puoi fare è unica.

Ti lascio con 5 validi consigli suggeritici da Annalisa Monfreda, nonché l’attuale direttrice di “Donna Moderna” il settimanale femminile più venduto d’Italia.

1. Attento a ciò che desideri

Come ti ho accennato qualche riga fa, se accetti una posizione ma lo fai solo per una sorta di riconoscimento sociale. Si è condannati all’infelicità.

2. Il miglior curriculum sono le tue idee

Quando hai delle idee, osa. Abbi il coraggio di proporle anche se il risultato potrebbe non essere dei migliori. La nostra direttrice addirittura spiega che è meglio che le nostre idee vengano rubate, piuttosto che non esposte.

3. Mai smettere di formarsi

E’ fondamentale non sentirsi mai arrivati, la sete di conoscenza deve essere sempre viva.

4. Non ci si trova mai in un posto per caso

Quando ci troviamo inadeguati, in situazioni che non rientrano nelle nostre corde è fondamentale non abbattersi. Se si è stati scelti senza alcun dubbio qualcuno si è reso conto dell’opera d’arte che è dentro di te.

5. Si viene perdonati più facilmente nel caso si violino le regole, piuttosto che non aver cercato di cambiare quel che si ritiene errato.

Quest’ultimo punto è molto riconducibile al secondo, in quanto anche qui Annalisa ci suggerisce di non tenere mai per se stessi, idee/cambiamenti che andrebbero apportati.

Nel caso fossi interessato ti lascio qui il link dove puoi approfondire al meglio queste 5 lezioni.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...