12 pensieri negativi che ti devi lasciare alle spalle per vivere meglio

o-STOP-BAD-THOUGHTS-THINK-POSITIVELY-facebook

“cambia il tuo pensiero, cambia la tua vita”.

Chi segue questo motto crede fortemente che i nostri pensieri e le nostre emozioni siano alla base delle nostre esperienze. Il problema è che la maggior parte delle persone fatica ad abbandonare i propri pensieri negativi. È quasi come se questi fossero diventati un’abitudine nelle loro vite e finiscono per diventare la normalità.

Di seguito sono elencati 12 modi di pensare comuni che è bene lasciarsi alle spalle al fine di migliorare la propria vita.

1. Pensare di essere una vittima

Tu non sei una vittima, smettila di biasimare gli altri o di incolpare il destino quando pensi alla tua situazione. Il fatto che non ti piaccia la situazione in cui ti trovi non significa che tu non possa prenderti la responsabilità di tentare di migliorarla. Quindi liberati da questa sensazione di vittimismo, perché non serve a niente, è solo un ostacolo al tuo successo. Comincia a realizzare che tu e solo tu, sei responsabile del tuo destino.

2. Pensare di poter cambiare le persone

Non puoi. Se fino a questo momento hai sempre pensato di poter motivare e ispirare le persone a dare il meglio di loro stesse, la verità è che l’unica cosa che può cambiare le altre persone sono loro stesse. Se loro non vogliono cambiare, o non sanno come farlo, allora tutti i tuoi sforzi saranno vani. Quindi smettila di preoccuparti per le altre persone. Se non ti piacciono per come sono, l’unica scelta che hai è quella di evitarle, ma non hai il diritto di tentare di cambiarle.

3. Alcune cose non possono cambiare, semplicemente sono come sono

Esistono molte cose che puoi cambiare. Puoi perdere peso, puoi trovare un lavoro migliore, puoi tornare a studiare, puoi migliorare il tuo matrimonio. Ci sono però cose che non puoi cambiare, queste cose semplicemente sono così. Non puoi cambiare il fatto che il tuo capo sia un’idiota. Puoi cambiare lavoro, ma il capo che ti trovi è quello e quello rimane. Non puoi cambiare il fatto che tu debba pagare un affitto o estinguere un mutuo. Ciò che puoi fare è smettere di opporti inutilmente alla realtà dei fatti. Tentare di contrastare ciò che non può essere cambiato non fa altro che aumentare la tua frustrazione e rovinarti l’esistenza. Quindi cambia ciò che puoi cambiare e accetta ciò su cui non hai potere decisionale.

4. Pensare che “l’erba del vicino sia sempre più verde”

“Se solo fossi bella come quella ragazza, allora sì che sarei felice”, oppure “se solo fossi ricco come quel tipo allora si che le cose sarebbero semplici”.

Questo modo di ragionare è sbagliato. Solamente perché tu pensi che qualcun altro abbia qualcosa in più di te non significa assolutamente che sia così. Magari la bella ragazza vive in una casa abusiva e non riesce nel modo più assoluto a mettere ordine nella propria vita. Magari l’uomo ricco spende così tanto tempo a lavorare che non ha neanche il tempo di vedere la sua famiglia. L’erba del vicino non è più verde, abbandona questi pensieri e apprezza il tuo giardino perché è il tuo, quindi comincia ad amalo.

5. Avere aspettative dalle altre persone

Solo perché ti aspetti una cosa questo non significa che debba accadere. Devi capire che le tue aspettative arrivano dai tuoi pregiudizi e dalla tua personale esperienza. Non devono per forza essere una priorità anche delle altre persone. Probabilmente a te non piace che la gente si aspetti da te delle cose che tu non hai intenzione di fare, quindi non imporre le tue aspettative agli altri. Se non ti piace il loro comportamento hai due scelte: o lo accetti o vai altrove.

6. Pensare che avere una persona importante possa completarti

Se ancora non ti senti completo, avere un/una partner non ti renderà completo. Inoltre, questo metterà pressione sull’altra persona per “renderti felice”. Tu devi essere felice con te stesso, con o senza qualcun altro. Avere una persona importante al tuo fianco non ti renderò felice, solo tu puoi fare in modo di essere felice.

7. Sentire il bisogno di provare sempre agli altri di avere ragione

A volte mi chiedo perché le persone debbano combattere fino alla morte per provare che hanno ragione.

Qual’è il punto? Probabilmente succede perché le persone non vogliono apparire deboli o stupide. Probabilmente però ammettere di avere torto è la cosa più nobile e matura che si possa fare. Inoltre, ognuno ha le proprie opinioni. Allora perché non tenersi le proprie e lasciare che gli altri abbiano le loro?

8. Preoccuparsi di quello che pensa la gente

Perché ti preoccupi? Pensi che le persone siano lì a giudicarti? Ti svelerò un piccolo segreto. Nessuno ti giudica più di quanto tu stia giudicando te stesso. Le altre persone sono talmente impegnate a giudicare loro stesse come stai facendo tu, che difficilmente torneranno a pensare a te. Quindi pensa a essere felice, e se qualcun altro ti sta giudicando, bé è un suo problema, non tuo. Ignoralo e continua a essere felice.

9. Pensare che una cosa sia necessariamente “giusta” o “sbagliata”

Viviamo in un mondo in cui ci piace pensare che ci sia un’unica realtà oggettiva. Ma indovina un po’? La realtà oggettiva non esiste, esistono solo realtà soggettive. Ciò che una persona pensa sia verità, non lo è per qualcun altro. Tutti pensano che qualcosa sia giusto solo perché si adatta perfettamente alla loro vita e al loro modo di vedere il mondo. Fine della storia.

10. Preoccuparti del futuro perché non ti senti preparato

“Preoccuparsi è come pregare per ottenere qualcosa che non vuoi”.

E se credi al potere della preghiera, allora sai che mandare pensieri ed emozioni all’Universo o a Dio (qualunque sia il tuo orientamento religioso), funziona la maggior parte delle volte. Allora piuttosto vivi adesso e nel presente. Perché il presente è tutto ciò che hai. Allora sii presente e smettila di preoccuparti per il futuro, perché puoi controllarlo solo fino a un certo punto, e non oltre.

11. Pensare che i soldi facciano la felicità

Viviamo in una società capitalista che valuta i soldi come indice di successo. Siamo portati a pensare che le persone che hanno un sacco di soldi siano in qualche modo migliori di quelle che non ce li hanno. Questo non è vero nel modo più assoluto. Io sono convinto che da qualche parte nel mondo ci siano abbastanza monaci felici della loro vita e che probabilmente non hanno nemmeno un un soldo in tasca. Oppure qualcuno che lavora per un misero stipendio e che è molto più felice di quanto non sia un miliardario. Quindi evita di cadere nella trappola della convinzione di dover diventare per forza ricco per essere felice. Semplicemente non è vero. Avere tanti soldi è bello, ma non ti rendono felice. Solo tu puoi farlo.

12. Credere che il passato possa determinare il tuo futuro

Solo perché vieni da una famiglia povera, o hai commesso degli errori in passato non significa che tu non possa costruirti un futuro migliore. Se ti sei etichettato come “fallito” a causa del tuo passato e se hai sentito parlare del fenomeno dell’auto-profezia, allora sai che ciò che pensi, si avvererà.

Allora a questo punto torniamo alla frase che sta all’inizio dell’articolo: “cambia il tuo pensiero, cambia la tua vita”.

Spero che questo articolo ti abbia fatto riflettere bene ai pensieri negativi che probabilmente attraversano la tua mente ogni giorno, e magari anche a tua insaputa. Comincia a prestare attenzione a ciò che ti passa per la testa e quando trovi i soliti pensieri negativi cancellali, subito!

Fonte: lifehack.org

Ti piace questo articolo? Iscriviti al nostro feed!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...